giovedì 23 febbraio 2017

Happy Bday Kurt

Tre giorni fa il leader dei Nirvana, Kurt Cobain, avrebbe compiuto 50 anni.
Ed è per questo che oggi sono qua a ricordarlo e, soprattutto, a proporvi questo libro.

"Il romanzo di Kurt Cobain" non è nient'altro che la storia della vita di Kurt scritta sotto forma di.. romanzo! Chi l'avrebbe mai detto, eh!?
In questo libro Marcel Feige - esperto di musica rock - ripercorre passo passo la vita del musicista fuori dagli schemi, ribelle e geniale che era Kurt Cobain.
L'infanzia tormentata, sballottato da una casa all'altra; il rapporto conflittuale con la madre; l'amore per la musica; i primi concerti con poca gente e l'adrenalina alle stelle; il suo primo amore, Tracy; la nascita dei Nirvana; l'onda del successo che lo travolge; Courtney Love e l'amore quasi malato che prova per lei; la droga; il punto di rottura; il suicidio.

Un libro che si fa divorare, ammesso che vi piaccia Kurt Cobain. Ricco di curiosità sia sul gruppo che su Kurt. Non la solita biografia un po' pallosetta. E' quasi un vero e proprio racconto.

"Forse il nome che gli venne in mente ebbe origine dal semplice desiderio di mettere una pietra
sopra il passato. Voleva essere pronto per una nuova vita. Senza dolore. Con la musica.
Né più né meno. La musica doveva essere la sua vita. Più che mai.
Quando un amico recuperò il volantino di un concerto a casa di Kurt, gli chiese informazioni.
E Kurt gli parlò della sua band. I Nirvana.
Nel buddhismo, questo nome indica il raggiungimento della perfezione.
A un giornalista Kurt avrebbe poi detto che il Nirvana è <<la pace assoluta dopo la morte>>".

Risultati immagini per kurt cobain gif

Kurt Cobain è sempre stato uno di quei personaggi che mi ha affascinato l'anima. Da sempre. Non so perché. Non so cosa possa aver fatto breccia nel mio cuore. So soltanto che documentarmi su di lui mi è sempre interessato. Mi piacciono i Nirvana. Cerco spesso documentari su di lui e sulla sua vita. Ascolto le sue canzoni.
E' uno di quei personaggi del passato con cui, se potessi, uscirei per prendere un caffè. Anche due.
Facciamo tre!

Sul mistero che gravita intorno alla sua morte, che dire? Ci sono tante versioni: chi sostiene che sia stato ucciso da qualcuno mandato da Courtney, chi attribuisce la colpa alla droga, chi alla depressione. Però dicono anche che, da quanto risultato dall'esame tossicologico, Kurt sarebbe stato troppo strafatto! E quindi sarebbe stato quasi impossibile, per lui, togliersi la vita in modo così "preciso". Anche se, sfogliando i suoi diari, si capisce bene che il suo stato mentale non era dei più stabili.
Chissà, chissà.

L'unica cosa certa è che il mondo della musica ha perso un grande personaggio e che mi piacerebbe un sacco che fosse ancora qua con noi.

Piccola chicca: sapete da cosa nasce il titolo della canzone "Smells like Teen Spirit" - che fra l'altro è la mia canzone preferita dei Nirvana -?
Kurt si frequentava con una ragazza, una certa Tobi, ed una sera dopo una festa un'amica di questa Tobi scrisse sulla parete di camera di Kurt la frase "Kurt smells like Teen Spirit".
Il Teen Spirit era il deodorante di Tobi.


14 commenti:

  1. Pensa tu... profuma come uno spirito giovane in realtà non è nulla di così poetico, ma la marca di qualcosa tipo Axe XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Per l'uomo che non deve chiedere mai" :D

      Elimina
  2. Un grandissimo artista, bellissimo e con un grande talento mi unisco agli auguri :*

    RispondiElimina
  3. Non sono una grande fan, ma sapere che non è una biografia noiosa è un punto a favore di questo libro. Quasi ci faccio un pensierino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti incuriosisce la vita di un'artista come Kurt, te lo consiglio vivamente.

      Elimina
  4. I grandi sono sempre persone che soffrono
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. non sono una grande fan, conosco solo le canzoni più popolari, ma si, posso affermare che anche a me lui mi affascina tanto. Non tanto per la musica, quanto per la persona, vabbè che io per quelli tormentati c'ho sempre avuto un debole. Che dire, in qualsiasi circostanza sia morto, peccato!!!

    the smell of friday ☕

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io, come te, c'ho la fissa per le anime "turbate"!
      Sì, sarebbe bello poterlo vedere nei nostri giorni.
      Chissà se avrebbe ancora tutto quel successo... e tutta quella bellezza!

      Elimina
  6. Sapevo il tuo aneddoto mia cara e tu sapevi che era stato tacciato di omosessualità a scuola, poi mandato via per comportamenti illeciti, tutte fandonie s'intende..e questa sua mancanza d'amore che l'ha fatto cadere tra le braccia di una sfrontata che mirava alla carriera e al denaro. Mai amata più di tanto , forse per la nascita di Bean..ma quanti misteri poi intorno a lui...l'unica cosa certa è che l'amore se non esiste ..uccide!
    Un bacio speciale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, cara Nella.
      Ho letto di tutte queste cose. Courtney ha finito di rovinarlo.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  7. Nemmeno io sono stato un gran fan dei Nirvana, in ogni caso la sua tragica fine, con tutti i misteri annessi e connessi, mi hanno sempre incuriosito, e credo che non tutta la verità sia mai stata rivelata... e magari mai lo sarà

    RispondiElimina