mercoledì 13 marzo 2019

➤ Io sono l'usignolo - Emanuela Navone

Il 2019 mi sta regalando grandi gioie in fatto di libri (perché per il resto il mai una gioia è sempre presente nella mia vita).
Anche oggi sono a presentarvi un capolavoro.
"Io sono l'usignolo" di Emanuela Navone, una ragazza gentilissima, con cui collaboro ogni tanto e più che volentieri, della collana Policromia.

Chi è Florian Chevalier e perché ha bruciato la casa del sindaco di Val Salice? Questo si domanda il giornalista Rubino Traverso, intenzionato a scoprirne di più e sorpreso che nessuno voglia raccontare nulla. Quando, proseguendo le ricerche, inizia a ricevere disegni bizzarri e strani messaggi intimidatori, capisce che la verità non deve venire a galla. Che cosa nascondono gli abitanti di Val Salice? In un agosto spazzato dal vento, Rubino scoprirà a poco a poco che perfino un piccolo paese sperduto fra i monti liguri ha i suoi scheletri nell’armadio. E dovrà a tutti i costi scoprire quali. Cosa sei disposto a perdere pur di conoscere la verità?


Il libro di Emanuela è un signor Thriller! Di quelli che ti cattura e ti tiene in ostaggio per ore sulle pagine e ti fa venir voglia di ritagliarti del tempo per leggere quando magari stai facendo altro.
Ecco, io sistemavo casa e nel frattempo pensavo a mettermi comoda ed andare avanti con la storia.

La trama è piuttosto chiara: un giornalista, Rubino, si trasferisce in una cittadina di campagna con moglie e figlia per lasciarsi alle spalle i "casini" che ha avuto la moglie a lavoro e per scrivere un articolo degno per non perdere il lavoro. Scoprirà di un incendio scoppiato anni prima in cui morirono il sindaco della città, la moglie e il figlio. Un incendio di natura dolosa, causato da un certo Florian Chevalier. Nessuno però sembra volerne parlare.
Ma Rubino non si da per vinto e continua le sue ricerche, finché non cominciano ad accadergli strane cose...

E' davvero un thriller pazzesco! L'ansia è palpabile. Ti da il benvenuto fin dalle prime pagine e ti tiene compagnia fino all'ultima. Niente di scontato, colpi di scena si susseguono facendoti rimanere con il fiato sospeso insieme a "Bino-Bino", che non riesco a capire se mi stava simpatico o meno.

Una storia originale che si chiuderà con un finale con il botto (in tutti i sensi!).
Quei finali simpatici che ti fanno urlare dentro un "NOOOOOOOOOOOOOO" a squarciagola.

Se cercate un thriller ansiogeno questo farà sicuramente al caso vostro.
Emanuela scrive bene, ma bene sul serio. Storia scorrevole, parti emozionanti, ritmo serrato e descrizioni accurate.
Niente da invidiare, a mio parere, ad affermati scrittori di thriller.

Quindi complimentoni bellezza!
Hai davvero del talento! Spero tanto in qualche altro tuo thrillerone al cardiopalma come questo!
E grazie ancora per avermi dato l'opportunità di conoscere il tuo libro e, soprattutto, di poterlo far conoscere anche ai miei lettori.

“Non sapevo ancora di essere dentro la gabbia dell’usignolo, pensavo di girarvi intorno alla ricerca della piccola entrata. In realtà la porta si era chiusa dietro di me già da parecchio, e non potevo uscire. L’usignolo mi aveva rinchiuso nella sua gabbia."




sabato 9 marzo 2019

➤ Un giorno di ordinario narcisismo - Giacomo Festi

Oggi sono qua a presentarvi un libro che mi ha entusiasmata oltre misura.
Fin ora il libro migliore che mi è passato sotto mano nel 2019.
Nulla togliere agli altri eh, non prendetevela!
Ma "Un giorno di ordinario narcisismo" di Giacomo Festi mi ha rallegrato due giorni di vita.
E mica è cosa da poco!

Prendete un ex compagno di scuola che detestavate, ora immaginate che partecipi a un dannato talent show e che di colpo sia proiettato alla ribalta nazionale con la musica più insulsa e odiosa che possiate immaginare. Cosa fareste se veniste a sapere che stasera si esibirà nella vostra città e vi regalassero perfino il biglietto per andarci? Metteteci pure che in generale a voi le cose non vanno granché bene: avete pubblicato un libro che nessuno si è degnato di leggere, la vostra ragazza vi ha lasciato per motivi ancora oscuri, non avete un lavoro, vostro padre vi rinfaccia il vostro fallimento e la città della profonda provincia italiana in cui vivete è piena di gente intenta soltanto a guardarsi l'ombelico, gente di cui conoscete fin troppo bene ogni vizio e ogni meschinità. Ecco la storia che troverete in questo libro divertente e amaro di Giacomo Festi: un Io narrante senza nome alle prese con altri io da lui impietosamente narrati, quelli che va incontrando per le strade di R. nell'arco di una giornata decisamente storta. Mettiamo che poi a quel tremendo concerto finiate per andarci davvero.


In questo libro, che ho divorato in un paio di giorni come non mi capitava da un po', c'è sostanzialmente spiattellata la società di oggi.
La società di oggi che culla (o che sbatacchia qua e là!) un giovane donzello insoddisfatto.
Che poi mica ha tutti i torti di essere così incazzato e ostile col mondo!
E' una misantropia giustificata!
Il nostro protagonista ha a che fare con una serie di "disgrazie" random che gli piovono addosso tutte in un'unica giornata!
In un solo giorno si ritroverà a fare i conti con alcune delle "piaghe" della vita che, chi più chi meno, tocca subire a tutti.
Le litigate con i genitori, perché spesso non troppo presenti e poco orgogliosi; il prender consapevolezza di quanto siano precari certi sentimenti; la meritocrazia ormai in via d'estinzione, che premia sempre chi se lo merita meno di noi; la società bigotta ed inconsistente; l'autostima che, spesso e volentieri, si fa le valige e se ne va ad Honolulu con Merlino; il dover cercare sempre il consenso altrui; la superficialità delle persone che non danno peso alla sostanza ma solo all'apparenza.

Luoghi comuni, ok, ma assolutamente non banali!
E' questo il bello di questo libro! Nonostante si tocchino temi già triti e ritriti, qua non annoiano! Anzi!
Ho riso un sacco! Ma sul serio! Il buon Giacomo tira fuori delle perle talmente assurde che non puoi fare a meno di ridacchiare e di appuntartele nella mente nella sezione "battute da riutilizzare"!
Mi sono rivista un sacco nel protagonista. 
Ma non tanto per il discorso del volersi far apprezzare, perché questa è stata sempre una cosa al di fuori della mia persona. Mi sono rivista in lui per le battute e i "soliloqui"!
Sembro davvero io quando mi arrabbio come un toro e da sola comincio a parlottare tra me e ad inveire contro il mondo!

Che altro posso dire? Mi sembra chiaro che il libro mi sia piaciuto da matti, anzi!
Mi sembra chiaro che il libro lo abbia AMATO totalmente e che, quindi, sia qui oggi a consigliarvelo caldamente!

E grazie a Giacomo, il mio trentaquattresimo trentino preferito, che mi ha regalato questa sua meraviglia.
Aspettami in Trentino, che quando torno fiumi di birra! Stando sempre attenti a non farci venire i furetti nello stomaco, che sarebbe un bel problema!



martedì 5 marzo 2019

➤ Nectunia - Daniela Ruggero

Ed eccomi qua a presentarvi un altro libro di uno scrittore emergente. Anzi, scrittrice!
Stavolta si tratta del lavoro di una bella signorina: "Nectunia" di Daniela Ruggero.
Ah, sappiate che ho un po' di libri mandati da voi da presentarvi.
Non mi sono dimenticata di nessuno, è che fra un impegno e l'altro il tempo che ho per mettermi a leggere scarseggia e quindi dovete perdonarmi se vado un po' a rilento.
Non temete, compariranno presto tutti.

Ma adesso veniamo a "Nectunia".

In un futuro non molto lontano il mondo così come lo conosciamo non esisterà più. Le
malattie saranno debellate; la morte, il dolore e la sofferenza non faranno più parte della
vita. Non ci sarà spazio per l’inquinamento che soffoca i mari, l’aria e la terra. Tutto sarà
pace, fratellanza e unione. Nessun crimine violento, nessuna disputa.
Nella perfezione di questo nuovo mondo, tuttavia, un gruppo di ribelli denominato
«Nectunia» combatte la sua guerra silenziosa, consapevole che tanta eccellenza cela
un’amara verità. Quale prezzo paga in segreto l’umanità al Nuovo Ordine? In che modo
dieci uomini e una donna, la «Grande Madre», scandiscono vite, pensieri e passioni di
milioni di persone? In questa perfezione prestabilita e manovrata, potrà l’amore, quello
vero e libero, disfare le trama di potere del Nuovo Ordine e ridare speranza all’umanità
intera?

Allora, premetto che il fantasy non è proprio il genere che preferisco.
I libri di questo genere, salvo pochissimi, che ho letto non mi hanno mai presa più di tanto perché li ho sempre trovati o troppo banali o troppo contorti.
Questo invece l'ho apprezzato moltissimo.
E chissà che questo libro non sia un sorta di presagio sul futuro, visto che l'uomo sta prendendo a calci il Pianeta in ogni modo possibile!

Tutto è descritto alla perfezione senza lasciare dettagli al caso.
Cosa fondamentale, visto che ci ritroviamo catapultati in due Mondi - "Nexium" e "Nectunia" - totalmente diversi rispetto al nostro attuale ed incredibilmente evoluti. Ogni mondo ha le sue regole, i suoi usi, il proprio cibo e la propria etichetta.
Ne ha di fantasia la nostra Daniela!

Il libro, per mia personale opinione, forse parte un pochino a rilento.
Però una volta partito, va che è una bellezza!
Le pagine scorrono senza nemmeno accorgersene. E mi ha anche messo un po' d'ansietta addosso! Il che è sicuramente un punto in più!
Mi ha anche messo voglia di prendere baracca e burattini e trasferirmi a Nectunia! Almeno lì si può mangiare la cioccolata! A Nexium erano tutti a dieta per colpa delle loro "idee"!

Scherzi a parte, davvero un buon libro. Ben scritto e coinvolgente.
Il finale fa presagire un secondo libro.
Ci sarà, vero Daniela?! Perché io lo voglio! Devo sapere come si evolvono le cose in quel di Nectunia! AAAAAAAHHHHHHH!

Tante grazie ancora a Daniela, che mi ha permesso di avere il suo libro e di farvelo conoscere. Spero davvero in un sequel!
Ah, e sono sicura che il tuo bambino lo apprezzerà tanto!

Qua vi lascio i link d'acquisto e qualche altro link che può interessarvi:



giovedì 21 febbraio 2019

➤ L'ultimo sorriso - Alfonso Pistilli

Eccomi, finalmente, a presentarvi "L'ultimo sorriso" di Alfonso Pistilli.
Dico finalmente perché fra problemi di pc e settimane di febbre e malanni vari, non riuscivo mai a mettermi al lavoro per poter preparare il post!
Oggi, Dio volesse, ci son riuscita!

Tutti noi cerchiamo un sorriso in ogni angolo della vita, e talvolta lo troviamo laddove è impossibile. Alessandro Cocco, giovane venditore di vacanze porta a porta, l'ha trovato in Halina, escort lituana trasferitasi a Bari, con la quale ha una profonda amicizia. Quando, al telegiornale, Alessandro apprende della sua morte, non vuole crederci, soprattutto dopo essere venuto a sapere che per la Scientifica si è trattato di suicidio. Conosceva davvero così poco la sua amica? O c'è dell'altro? Alessandro sa che un'intuizione può fare la differenza, per questo dà retta al suo sesto senso e inizia a indagare sulla vita di Halina, scoprendo, pezzo dopo pezzo, i tasselli di un intricato puzzle di cui l'amica è solo un dettaglio. Che cosa nasconde Mamadi Billè, calciatore del Bari e fidanzato di Halina? E Pietro Manetti, proprietario della squadra, che sembra aver avuto anch'egli una relazione con la escort? E chi è Suela, un'amica di Halina che vuole a tutti i costi aiutare Alessandro, aggiungendo ogni giorno una pagina al mistero?



Che dire!
Sicuramente un esordio incredibile per Alfonso! Davvero!

E' stata una lettura piacevole, fresca, genuina. Uno stile semplice che ti rapisce pagina dopo pagina. E, attenzione, il "semplice" non è per sminuire, anzi! Spesso mi ritrovo fra le mani autori che adottano, quasi forzatamente, linguaggi e stili così contorti ed intricati che mi ritrovo a leggere la stessa pagina per più di una volta e tutto ciò mi porta inevitabilmente ad annoiarmi.
Con questo libro non accade nulla di ciò.
E' una storia che tocca temi attuali, ricca di suspance e mai scontata (infatti io, calandomi nei panni di Alessandro, avrei incolpato la persona sbagliata!).
Un'altra cosa che ho apprezzato davvero tanto è la minuzia con la quale Alfonso descrive ogni luogo. Sembra di essere lì, in mezzo a quei meravigliosi paesaggi pugliesi che spero tanto un giorno di poter visitare.
E da questo libro si capisce molto di Alfonso! Un ragazzo sicuramente attaccato alla sua terra, ai suoi posti abituali e ai suoi paesaggi, amante dello sport, intraprendente e voto all'amicizia vera e sincera.

Vi consiglio davvero questo libro.
E' bello sostenere gli scrittori emergenti così genuini e pieni di talento.

Ringrazio nuovamente Alfonso per avermi dato la possibilità non solo di farmi leggere il suo libro, ma di avermi anche donato un po' di sè, attraverso quelle pagine.
In bocca al lupo Alfonso! Spero tanto che ti venga riconosciuto il successo che meriti e di leggere presto qualcos'altro di tuo!

Qua sotto vi lascio i link d'acquisto e qualche altra cosina interessante:
AMAZON
IBS
PROFILO IG ALFONSO PISTILLI
BLOG DI ALFONSO PISTILLI


  Profilo IG Realtà di carta
  Profilo IG personale

mercoledì 23 gennaio 2019

Passione e passionalità

Sono le prime due parole che mi vengono in mente appena terminato “Attraversare i muri” di Marina Abramovic.
Ho “conosciuto” la Signora della Performance Art circa 10 anni fa, nel modo in cui è arrivata agli occhi anche a molti di voi, scommetto: il video della performance “The artist is present” al MoMa in cui Marina incontra Ulay.
Tutto ciò mi affascinò un botto. Ogni tanto me lo riguardo e mi ritrovo profondamente commossa dall’intensita che quella scena, quella performance così apparentemente semplice e banale, sprigiona.
Così, visto che ho intenzione di andare a Palazzo Strozzi a Firenze a vedere la mostra a lei dedicata, ho voluto conoscerla meglio questa donna.

“I genitori eroi partigiani, l’infanzia nella ex Jugoslavia comunista, la madre ossessiva, le prime performance messe in scena a Belgrado negli anni settanta, l’amore per Ulay, l’artista tedesco unico compagno di vita e di arte per 12 anni, lo struggente addio all’amore sotto la Grande muraglia cinese, le performance più intense, l'influenza su personaggi del calibro di Madonna e Lady Gaga.Il titolo racconta settant’anni di vita e cinquant’anni di carriera senza paragoni, costruite spingendo il proprio corpo sempre al di là dei limiti della paura, del dolore, dello sfinimento e del pericolo, alla ricerca di una continua trasformazione emotiva e spirituale.”


Non voglio dilungarmi molto su un libro del genere. Le autobiografie vanno lette, semplicemente.
Non sono in grado di raccontarvi la vita, le passioni, la crescita professionale e spirituale di una donna come Marina. Lo fa benissimo lei in questo libro.
L’unica cosa che vi dico, prima di lasciarvi, è di leggerlo se anche a voi la performance art di questa bellissima signora dai capelli lunghi e neri incuriosiscono.
Sarà uno splendido modo per entrare nel vivo delle sue performance, delle sue idee, del suo modo di pensare. È Marina messa a nudo, cosa che fa da tutta una vita.
Si mette a nudo - e non solo letteralmente parlando - senza mai reprimere le proprie emozioni. Lascia che si plasmino con la sua anima fino a raccontarle al suo pubblico durante le sue performance.

Un libro davvero davvero appassionante.

Se ne avete alcuni da consigliarmi, sempre sulla Abramovic, ditemelo nei commenti!

martedì 15 gennaio 2019

Chiamate la neurooooo!

Qualche tempo fa, durante i miei pellegrinaggi notturni su Instagram dovuti alla mia insonnia occasionale, ho scoperto che a luglio uscirà il film sul primo libro di "After" di Anna Todd.
Ora, io sono quasi sicura che tutti voi ne abbiate sentito parlare e che, una volta letto, vi abbia fatto anche un pochino vomitare.
Mmmmma, ahimè, queste saghe idiote hanno un potere soprannaturale su di me che mi portano inevitabilmente ad intripparmici come una liceale!
E quindi, per rinfrescarmi la memoria prima del film, mi son messa a rileggerla tutta.

"After" è stata la saga più venduta del 2015. Scritta da un allora ventiquattrenne Anna Todd su Wattpad.
All'inizio non si trattava altro che di una fanfiction (e qua viene davvero da ficcarsi due o tre dita in gola) sugli OneDirection (aggiungiamo un dito!), in particolar modo su Harry Styles (passiamo direttamente al braccio!).
La cosa ha spopolato e boooom! Una saga che ha fatto il pelo a molte altre e che presto approderà nei cinema.
Che poi, vorrei sapere l'attinenza che c'è fra Harry Styles e Hardin Scott, uno dei due protagonisti dei libri! Io boh!
Comunque!

"Acqua e sapone, ottimi voti e con un ragazzo perfetto che l'aspetta a casa, Tessa ama pensare di avere il controllo della sua vita. Al primo anno di college, il suo futuro sembra già scritto... Sembra, perché Tessa fa a malapena in tempo a mettere piede nel campus che subito s'imbatte in Hardin. E da allora niente è come prima. Lui è il classico cattivo ragazzo, tutto fascino e sregolatezza, arrabbiato con il mondo, arrogante e ribelle, pieno di piercing e tatuaggi. È la persona più detestabile che Tessa abbia mai conosciuto. Eppure, il giorno in cui si ritrova sola con lui, non può fare a meno di baciarlo. Un bacio che cambierà tutto. E accenderà in lei una passione incontrollabile. Una passione che, contro ogni previsione e ogni logica, sembra reciproca. Nonostante Hardin, per ogni passo verso di lei, con un altro poi si tiri indietro. Per entrambi sarebbe più facile arrendersi e voltare pagina, ma se stare insieme è difficile, a tratti impossibile, lo è ancora di più stare lontani. Quello che c'è tra Tessa e Hardin è solo una storia sbagliata o l'inizio di un amore infinito? Che sia davvero questo l'amore?"


Questa è la trama del primo libro. Le trame degli altri 4 non ve le metto perché se poi qualcuno vuole accingersi a leggere questo marasma, ho paura di spoilerarvi troppo e, si sa, gli spoiler fanno incazzare anche gli agnellini.

Allora!
Chi mi conosce sa quanto queste storie riescano ad intripparmi e a mandarmi in pappa il cervello, nonostante siano da bimbiminkia e assurde. 
E siccome ci devo ragionare sopra, contagio anche le mie due fedelissime amiche a cimentarsi nell'impresa! E, puntualmente, anche loro si intrippano maledicendomi ed additandomi a "disturbatrice della quiete mentale". Sì, perché noi ci ragioniamo proprio sopra! Passiamo ore a questionarci immedesimandoci nei personaggi!

Che dire dei libri.
Sono scritti un po' con i piedi. Buchi nelle narrazioni, parti apparentemente mancanti.
E la storia è assurda. ASSURDA!
Ok, alla fin fine si tratta di un libro per ragazzine. Ma le ragazzine non dovrebbero leggerlo! No!
Perché ci bombarda con un sacco di messaggi sbagliati! E le giuovini donzelle si sa quanto siano facilmente influenzabili!
Lasciate queste robe a noi vecchiarelle un po' più navigate!
Lui psicotico, mezzo bipolare, possessivo, paranoico, alcolizzato e con grandi problemi di gestione della rabbia.
Lei la Madonna del Carmelo, viziata, incosciente, testarda, vendicativa ed esagerata in ogni sua reazione.
Ditemi come fanno nella vita vera, due così, ad andare d'accordo e a stare seriamente insieme!
Solo in un reparto psichiatrico, dai!
Si urlano in faccia, lui spacca tutto, lei se ne va, poi torna, poi litigano di nuovo, lui si ubriaca, lei riparte, ne fa una dietro l'altra per far dispetto a lui, lui si incazza di nuovo, lei si pente, lui si pente, poi va tutto troppo bene e quindi lei deve andare nuovamente in paranoia e quindi rilitigano e alla fiera dell'est, per due soldi un topolino mio padre comprò.
E' un circolo vizioso così! Ma chi ci resiste realmente?! Chi si vuole così male?! Via, dai!
Cosa insegna? Che certi comportamenti possono essere perdonati? Che tutta questa possessività estrema è sana?
Ok, inizialmente l'80% di voi si innamorerà di Hardin. Perché è il cattivo ragazzo, tutto piercing e tatuaggi, mega figo e mega rebel. E ci sta!
E in molte si ritroveranno in Tessa. Me compresa, perché baccella come sono per un bel po' pure io, al suo posto, con molta probabilità mi sarei fatta mettere i piedi in testa così a gratis.
Però no! NO!

Resta in ogni caso una delle saghe idiote che mi ha più intrippata, per carità. Anche se, alla fine, è "robetta". Ho riletto tutti e 5 i libri nel giro di un paio di settimane e le mie amiche mi stanno odiando perché anche loro non riescono a staccarsi dalle pagine.
Dalla sua ha che ti prende, ti coinvolge. Ti fa entrare un po' nei panni di Tessa e ti fa voler bene ad Hardin.
Ma poi ci ragioni, una volta finita la faccenda, e capisci che tutto ciò è surreale e malsano.

Ah, il finale mi ha fatto schifo.
Non vi spoilero nulla, ma il fatto che nel giro di dieci pagine si susseguono una mitragliata di eventi random a caso, mi ha turbata un sacco!

Parlando del film, Hardin sarà interpretato da Hero Fiennes-Tiffin (che a mio parere, ci sta tutto! Ed è anche un discretissimissimo ragazzaccio!), mentre Tessa da Josephine Langford (che è molto carina, ma io mi aspettavo una Tessa meno "perfetta"!).
Lo andrò a vedere? Ovvio che sì! Ormai devo vedere quanto sarà fedele al film!
E poi, così, mi rifaccio gli occhi con quel bel fustaccio!
Uniamo l'utile al dilettevole!

                         (Hardin Scott - Hero Fiennes-Tiffin)                                                (Tessa Young - Josephine Langford)
Risultati immagini per hero fiennes tiffin hardin scottRisultati immagini per josephine langford tessa



⇝ Profilo IG Realtà di carta
⇝ Profilo IG personale

giovedì 27 dicembre 2018

Riepilogando



Hola bellezze!
Manco da questi schermi ormai da tanto tempo. Non perché non stia più leggendo, sia chiaro!
Quella è una delle mie eterne costanti di vita. E' che tra una cosa e l'altra non sono più riuscita a trovare il tempo (e anche la voglia, lo ammetto) di piazzarmi davanti al pc e smanettare qua sopra.
Farlo controvoglia mi pare inutile, poi faccio dei pastrocchi.
Se faccio una cosa voglio farla bene, o almeno, provarci.
Ho già pronti altri post da un bel po' di tempo. Aspettano lì, buoni buoni.
Ormai li sfornerò belli caldi il prossimo anno.
Cioè fra qualche giorno.

Sono tornata per farvi tanti tanti tanterrimi auguri di buon anno!
E per ringraziarvi tutti, uno per uno, per la compagnia che mi avete fatto durante questo 2018.
Mi avete fatto scoprire un sacco di bei libri, me ne avete mandati di vostri (ad anno nuovo arriveranno anche i post sulle vostre creature, non temete!), mi avete strappato qualche risata ed invogliata a continuare questo mio "passatempo".
Spero che sia un anno al top anche per tutti voi!
Ci risentiamo nel 2019!

Nel frattempo vi linko i post di quest'anno.
'Nsi sa mai vi possano tornare utili!
Baci.

Filosofando con Harry Potter - Laura Anna Macor
Le fiabe di Beda il Bardo - J.K. Rowling
Follia - Patrick McGrath
Il seggio vacante - J.K. Rowling
Wonder - R.J. Palacio
Io mi libro - Alessandro Pagani
Ti prendo e ti porto via - Niccolò Ammaniti
Il bacio più breve della storia - Mathias Malzieu
Apprendista sirena - Pieretta Dawn
Ninfee nere - Michel Bussi
Ctrl+z - Margherita Giusti Hazon
Il petalo cremisi e il bianco - Michel Faber
Storie della buona notte per bambine ribelli - Francesca Cavallo / Elena Favilli
I Medici - Matteo Strukul
Il libro dei Baltimore - Joel Dicker
After dark - Haruki Murakami
La fine del mondo di qualcun altro - Giulio Mosca alias "Il Baffo"

Risultati immagini per hearts gif