martedì 20 febbraio 2018

Filosofia+Harry Potter=♥

Quando due cose meravigliose si uniscono ne esce sempre una terza favolosa.
Vedi il caffè e il mascarpone! Insieme danno vita al tiramisù! Ed è o non è una delle meraviglie terrene?!
In "Filosofando con Harry Potter - Corpo a corpo con la morte" di Laura Anna Macor vengono fuse due delle cose che adoro di più al mondo: la filosofia ed Harry Potter.

Non posso nemmeno farvi una vera e propria recensione delle mie perché, più di un libro che racconta una storia, questo va ad analizzare vari aspetti della saga di Harry Potter, in particolar modo il ruolo della morte.
Un libro utilissimo per entrare totalmente dentro la saga letteraria (meno in quella cinematografica che, si sa, non rispecchia quasi mai del tutto ciò che viene scritto nei libri), per capire ancora di più cosa si cela dietro il rapporto instaurato fra i vari personaggi principali, entrare nel loro personale, nelle loro menti e capire che il filo conduttore che li accomuna tutti è proprio la morte.

Mi è piaciuta molto l'analisi di Voldemort, sicuramente uno dei miei personaggi preferiti. Uno spaccato sulla sua vita interessantissimo, dove si tratta l'infanzia di Tom. Un'infanzia di solitudine che lo ha sicuramente influenzato nel prendere decisioni e strade sbagliate.

Si parla del rapporto amore-morte nella vita di Piton, di quanto l'amore nei confronti di Lily perduri anche dopo la sua morte mettendo addirittura a rischio la propria vita facendo "il doppio gioco" con il Signore Oscuro per un suo riscatto morale.

La "fratellanza" fra i Doni della morte e gli Horcrux, mettendo al centro la morte; chi vuole sfidarla (Voldemort) e chi la accetta senza indugi (Harry).

Insomma, se siete appassionati di Harry Potter è un libro che vi consiglio davvero di leggere.
Un modo per andare oltre la storia e per entrare davvero dentro ai personaggi principali della saga, per guardarli con occhi diversi e, perché no, crescere moralmente un po' insieme a loro.

4 commenti: