lunedì 20 marzo 2017

E' davvero colpa di quel libro!

E' una paraculata se dico che sono mancata dal mio (e dai vostri!!!) blog per colpa di questo libro?!
Un pochino sì, vero?

Ma non partiamo con le infamie, che dopo non se ne esce più!

Ho appena finito di leggere "Tutta colpa di un libro" di Shelly King -che adesso sto usando come tappetino per il mouse- e adesso ve lo racconto brevemente perché, porca miseria, lo voglio mettere in libreria e salutarlo con la manina.

La protagonista della storia è Maggie, una trentenne appassionata alla lettura con un rapporto conflittuale con la madre. Infatti le due sono totalmente l'opposto: la genitrice (che termini oh!) è infatti una donna con la fissa per i soldi, le belle cose, la bella vita, gli abiti firmati, la bellezza e tutto il corrimi dietro. Maggie è invece una tipa sostanzialmente semplice, con uno stile di vita semplice e l'amore per la praticità e la comodità. Ecco, sotto questo aspetto un po' ci assomigliamo, io e lei.
La giovane donzella è rimasta però disoccupata da un bel po' e quindi la ritroviamo a passare le proprie giornate a leggere a scrocco libri d'amore alla Dragonfly, la piccola libreria della città che vende libri usati. Lì passa indisturbata le sue giornate in compagnia di Hugo, il proprietario della libreria e della sua casa, che considera come un padre,e Jason, il tuttofare della Dragonfly con il quale ha un rapporto di amore/odio. Più odio che amore.
Il tempo va, passano le ore (nanananananananana!) fin quando Dizzy, il migliore amico di Maggie, decide di iscriverla insieme a lui ad un club del libro supermega esclusivo di cui fanno parte tutte le signorotte altolocate e piene di lilleri della città. Nonostante lo scetticismo Maggie decide di buttarsi nell'avventura.
Il primo libro che dovranno commentare sarà nientepopòdimenocccccchè "L'amante di Lady Chatterley". Hugo le procura subito una vecchia copia del libro. Ed è grazie a quelle pagine consunte e lise che la vita della nostra giovane ragazza cambierà.
Infatti, sfogliando quelle pagine, Maggie si accorge di alcune note scritte a fianco delle pagine. Una sorta di botta e risposta fra un certo Henry ed una certa Catherine. Parole piene di passione, un corteggiamento insolito e poi la richiesta di un appuntamento.
La storia d'amore fra Catherine e Henry diventerà un trampolino di lancio per la Dragonfly, ma non solo! Da quel momento Maggie andrà a lavorare nella libreria, instaurerà un'amicizia che le donerà un'interessante motivo per svegliarsi la mattina, conoscerà qualcuno che le farà battere il cuore, si rimetterà in gioco.
Ma, come ben si sa, quanto tutto va troppo bene c'è sempre qualcosa di negativo in arrivo...


"Ma la verità è che per un amore grande abbastanza
i sacrifici non sono sacrifici. Sono necessità.
Il tragico errore è farli per le ragioni sbagliate"

E' un libro che vi consiglio? Onestamente no.
Non saprei nemmeno dirvi perché, ma non mi ha presa per niente. 
Me lo sono portato dietro per giorni e giorni.
Ok, storiellina carina. Bellina la faccenda di due sconosciuti che si corteggiano fra le pagine di un libro che vive fra gli scaffali di una piccola libreria, ma il resto?!
E' tutto banale. Scontato.
Insomma, due palle!
Chiedo scusa alla signora King, però proprio no!
Non riesco nemmeno a farci una recensione decente da tanto che mi ha fatto oibbò!

E' colpa di questo libro se non sono più passata da voi! Adesso non ho più scuse!

16 commenti:

  1. Ciao!
    Scusa se ti scrivo qui, ma non sapevo dove scrivere.
    Volevo inserire il banner del tuo blog nel mio, se vuoi.
    Ti lascio il link del mio blog: http://unabuonalettura.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te!
      Certo che mi va! :) Anche se non so bene che cosa sia, perdona la mia ignoranza in materia!
      Comunque passo da te, così magari mi dai una delucidazione al riguardo!
      Un bacio!

      Elimina
    2. In pratica il banner è il logo del blog (c'è chi usa un logo solo per il banner o chi come me usa l'immagine dell'intestazione).
      Io ho voluto inserire tutti quelli che seguo in una sola pagina per poterli avere tutti sotto mano, così mi è più facile visitarli.
      Poi i banner sono utili anche per farti pubblicità.

      Elimina
  2. Deludente leggere un libro che non ci emoziona o che non ci insegna granchè... Capita! Però sono convinta non sia stato tempo perso perchè leggere solletica la creatività e divulga informazione.

    RispondiElimina
  3. Ahaha, tutto sto casino per un libro che nemmeno ti ha coinvolta molto?^^

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Mi sfugge il nesso fra il lavoro di Maggie e il corteggiamento di Catherine e Henry... mi sono perso qualcosa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem.. ma magari è per non fare troppo spoiler (anche se dubito che mai lo leggerò eheh)

      Elimina
    2. Esatto Persefone!
      Anche se da spoilerare c'è ben poco.
      Hugo (il suo amico, proprietario di casa e della libreria) le fornisce quel libro (preso dalla Dragonfly) dove trova scritto, diciamo, il corteggiamento fra questi due tizi.
      Mi ha talmente sfavata che non sono nemmeno in grado di spiegarlo come Cristo comanda!
      Aiuto, mi sento una fallita! Ahahaha!

      Elimina
  5. Quando ho letto "è un libro che vi consiglio? onestamente no!" sono scoppiata a ridere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAHAHA.
      Non lo consiglio davvero!
      Onestamente!

      Elimina
  6. Il potere dell'inutilità di ceri libri....anche questo puo' accadere.
    Ciao :P

    RispondiElimina
  7. E' il bello dei libri.
    Non sai mai quello che ti aspetta!

    RispondiElimina
  8. La tua recensione mia cara non fa schifo per nulla e ti dirò che sarebbe stuzzicante ai tempi nostri essere corteggiata attraverso le pagine di un libro non ti sembra?
    Sempre brava, che questo tomo ti sia piaciuto o meno.
    Bacionissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio sorellona.
      Beh, è la cosa più carina del libro quella! Sarebbe veramente una cosa che va al di là di qualsiasi romanticismo!
      Ma sono cose che esistono solo nei libri!
      Non c'è più l'audacia di fare queste cose!
      Ti abbraccio!

      Elimina